Le recenti produzioni discografiche, “Serendipity” e “Reciprocal Uncles”, sono l’occasione per tracciare una riflessione sul percorso espressivo di Gianni Lenoci

DI LUCIANO VANNI

Gianni Lenoci è da anni uno dei protagonisti della scena creativa europea. Intimamente legato alla fase della produzione istantanea e puramente improvvisata della musica, è interessato al jazz in quanto territorio espressivo dove inserire una più ampia gamma di linguaggi e non in quanto forma musicale codificata, fissa e stabile nei suoi elementi primigeni. Il pianista è uno sperimentatore indomito, consapevole che il termine avanguardia – oggi più che mai – è un vocabolo svuotato di significato.

Gianni Lenoci pone al centro del suo percorso artistico gli elementi costitutivi della musica del Novecento. Utilizza anche forme espressive prese in prestito dalla tradizione romantica ottocentesca e dalle musiche folkloristiche, etniche o primitive.

SERENDIPITY

“Serendipity” è la documentazione audio di un concerto organizzato dal Bari Jazz Festival il 28 giugno 2007. Sullo stesso palco il pianista, il violinista Carlos Zingaro e il percussionista Marcello Magliocchi. Il livello performativo è sempre alto e ispirato, grazie a un’organizzazione collettiva che porta i tre musicisti a confrontarsi non tanto sull’esasperazione delle possibilità tecnico-espressive ma sulle dinamiche di interazione e di dialogo. Già dalle prime note si comprende quanto il processo creativo sia capace di aprire momenti di incantamento che sembrano orientarsi anche a certo minimalismo e miniaturismo del primo novecento.

RECIPROCAL UNCLES

La registrazione, prodotta in studio nella primavera del 2009, nasce dalla collaborazione tra due etichette italiane – Amirani e Long Song – che operano da anni nell’ambito di territori espressivi di confine. Il risultato è quindi una musica dal forte impatto emotivo, generata da un flusso ininterrotto di comunicazione libera tra il pianista Lenoci e il sopranista Gianni Mimmo, che scelgono una dimensione di tipo cameristico per esprimere il loro dialogo in musica. L’improvvisazione è una pratica rischiosa, ma i due musicisti la gestiscono con grande maestria. Ad ampi spazi bianchi, silenzi e pause subentrano poi potenti fughe rapsodiche dalla profonda tensione emozionale.

 Gianni Lenoci Carlos Zingaro Marcello Migliocchi SERENDIPITY

Gianni Lenoci, Carlos Zingaro, Marcello Migliocchi

SERENDIPITY

  • AMIRANI, 2009 (PROPRIA)

Gianni Lenoci (pf, pf preparato); Carlos Zingaro (vl); Marcello Magliocchi (perc)

Part 1 / Part 2 / Part 3 / Part 4 / Part 5

Gianni Lenoci Gianni Mimmo RECIPROCAL UNCLES

Gianni Lenoci Gianni Mimmo

RECIPROCAL UNCLES

  • AMIRANI, 2010 (PROPRIA)

Gianni Lenoci (pf); Gianni Mimmo (sop)

Brain Prelude / Consideration / One Or More / What The Truth Is Made For / Steppin’ Elements / Sparse Lyrics / News From The Distance / Almost Interlude