Il volume di Jim Grantham, “Jazzmaster Cookbook”, si divide in due parti: la teoria delle progressioni armoniche e il manuale pratico di improvvisazione jazz

Jim Grantham JAZZMASTER COOKBOOK. manuale TEORIA E IMPROVVISAZIONE JAZZ

Jim Grantham

JAZZMASTER COOKBOOK. TEORIA E IMPROVVISAZIONE JAZZ

  • VOLONTÈ & CO., 2010
  • PAGINE 372 – 34,90 EURO

Opera di un ex docente Berklee e dotato di un titolo molto hip, il volume si articola in due parti: la prima è un’ampia sezione teorica che dalle basi arriva ad analizzare progressioni armoniche, sostituzioni e modulazioni. La seconda (Jazzmaster Workout) è una palestra per lo sviluppo della tecnica utile a padroneggiare in tutte le tonalità le strutture tipiche di bop e jazz modale.

Il manuale è presentato in modo assai chiaro, colloquiale e diretto. Lo studente, nelle intenzioni dell’autore, progredisce in modo armonico, unendo teoria e prassi. Grantham si oppone alla memorizzazione di lick ripetuti in modo passivo, ma finisce per basare lo studio su classici pattern scalari, vale a dire lo stato elementare delle frasi. Manca tutta la problematica relativa a linguaggio, sintassi e soprattutto ritmo. Alla fine il metodo, pur col pregio dell’ampiezza, non appare in grado di sostituire o integrare quanto già offerto dal mercato, ove sono reperibili testi di teoria e pratica più convincenti e aggiornati, anche perché i dodici CD con le basi connesse al Workout si possono ottenere solo tramite l’editore americano. (VP)

Leggi anche: Come suonare il cajon.